........attendi qualche secondo.

#adessonews solo agevolazioni personali e aziendali.

per le ricerche su Google, inserisci prima delle parole di ricerca:

#adessonews

Siamo operativi in tutta Italia

 
YouTube player

Eni, il responsabile del bilancio compra 3 mila azioni. L’ultimo acquisto di un manager risale a due anni fa #adessonews

Il titolo Eni, nonostante il rialzo del prezzo del petrolio degli ultimi due anni resta sotto pressione attorno agli 11,5 euro ed è sceso dopo il picco a 12 mesi toccato a fine maggio di 14,8 euro poco sopra i minimi dell’ultimo anno (10,3 euro del settembre 2021). Certo ha recuperato rispetto ai ribassi record durante la pandemia nel 202o quando in ottobre era arrivato sotto i 6 euro, ma resta ben distante dai massimi del 2007 a oltre 26 euro.

Detto questo da un documento di internal dealing emerge che mercoledì 7 settembre Francesco Esposito, responsabile amministrazione e bilancio di Eni, ha comprato un pacchetto di azioni della società al prezzo unitario di 11,7 euro per un controvalore di 35.100 euro. L’importo di per sè non è rilevante ma è da valutare alla luce della posizione occupata dal manager che ha fatto questa comunicazione di internal dealing. Si tratta infatti delle dichiarazioni che i manager o gli azionisti forti delle quotate di Piazza Affari devono pubblicare quando effettuano movimenti in acquisto o in vendita sui titoli delle società che dirigono (o di cui hanno una partecipazione). Tutti soggetti che, in virtù della posizione che occupano, sono bne informati sulle vicende interne delle aziende e delle potenzialità o dei rischi che presentano. Ma l’investimento di Esposito spicca anche perché negli ultimi due anni è l’unico acquisto fatto da top manager di Eni.

Per trovare una comunicazione di internal dealing (non legata a piani di stock option o incentivi) bisogna risalire a febbraio scorso e si trattata di una vendita: Luca Franceschini, director compliance integrata, aveva ceduto 5.300 titoli al prezzo medio di 13,53 euro. E prima di questa operazione c’era stata quella di Marco Seracini, sindaco, che il 15 giugno 2021 aveva venduto 2 mila azioni a 10,75 ero ciascuna. Mentre l’ultimo acquisto risale al 30 ottobre 2020 quando il titolo viaggiava sui minimi sotto 6 euro: Stefano Andrea Giovanni Speroni, director affari legali e negoziati commerciali, comprò il 30 ottobre 34 mila titoli a 5,95 ciascuno. Intanto prosegue il piano di buy back dell’azienda guidata da Claudio Descalzi deliberato dall’assemblea dell’11 maggio scorso. In base alle ultime comunicazioni Eni, considerando le azioni proprie già in portafoglio e l’annullamento di 34,1 milioni di azioni proprie deciso dall’assemblea dell’11 maggio, il gruppo detiene 100,2 milioni di azioni proprie pari al 2,81% del capitale sociale. Il titolo ha aperto in rialzo dello 0,47% a 11,63 euro. (riproduzione riservata)

 

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

“https://www.milanofinanza.it/news/eni-il-responsabile-del-bilancio-compra-3-mila-azioni-l-ultimo-acquisto-di-un-manager-risale-a-due-anni-202209090933544829”

Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

#adessonews

#adessonews

#adessonews

 

Richiedi info
1
Richiedi informazioni
Ciao Posso aiutarti?
Per qualsiasi informazione:
Inserisci il tuo nominativo e una descrizione sintetica dell'agevolazione o finanziamento richiesto.
Riceverai in tempi celeri una risposta.